Aggiungere livelli

ALCUNE FOTO sono essenzialmente piatte, mentre altre hanno due, tre o perfino quattro piani per esprimere un significato o dare corpo a un’immagine. Aggiungere piani a un’immagine è una tecnica in cui l’illusione della profondità comunica i diversi aspetti di un tema, o perfino una piccola storia. In una foto con diversi livelli si potrebbero trovare informazioni decisive sia in primo piano, sia nel piano medio, sia sullo sfondo.

°RIEMPIRE L’INQUADRATURA
Un semplice esempio potrebbe essere un orsacchiotto a pezzi in primo piano con il membro della famiglia che l’ha scoperto. e il cane colpevole sullo sfondo. Spesso ai fotografi di giornali e riviste viene chiesto espressamente di usare tutta l’inquadratura per mostrare il contesto. Ad esempio, se il sindaco sta parlando nella scuola locale, una foto con più livelli potrebbe avere uno studente in primo piano, il primo cittadino sul piano medio e una lavagna sullo sfondo. I livelli, inoltre, possono dare coerenza oppure, sfruttando la nitidezza o sfocatura dei diversi soggetti, specificare le priorità.

°RIEMPIRE LO SFONDO
Tutto nell’inquadratura dovrebbe dire qualcosa sul soggetto, o almeno integrarlo, anche se si tratta di spazio negativo. Spesso i fotoamatori lasciano spazio inutile in primo piano quando immortalano un panorama.
Il concetto di aggiungere livelli suggerisce di inserire nell’inquadratura oggetti d’interesse, pertinenti al tema o all’atmosfera, per dare il senso della prospettiva.
Potrebbe trattarsi di semplice pietrisco sul pendio di una montagna o della sabbia che scivola da una duna, purché dica qualcosa sul paesaggio. Questo elemento in primo piano potrebbe anche essere utile per guidare lo sguardo al punto d’interesse.

farmacia

Precedente Close-up