Close-up

AVVICINARSI A BREVE DISTANZA da un soggetto è come entrare in un altro mondo visuale. Le ali diafane di una libellula diventano improvvisamente vetrate policrome; la pelle delle dita di un bambino rileva motivi delicati. Con le moderne DSLR, quel mondo è alla portata della maggioranza dei fotografi dotati di pazienza.
La profondità di campo è cruciale nella fotografia close-up, o macrofotografia, poiché diminuisce man mano che la fotocamera si avvicina al soggetto.
Per immortalare piccoli soggetti, usate l’apertura minima permessa dalla luce, f/8 o inferiore. Tenete ferma la fotocamera o sistematela su un treppiede, e mettete a fuoco sul punto d’interesse, lasciando che il resto della foto si dissolva in un alone confuso.

STRATEGIE PER FOTOGRAFARE I FIORI
E’ importante allineare le principali caratteristiche del soggetto con il piano focale della fotocamera: fate in modo che siano più paralleli possibile. Ad esempio, se state fotografando un fiore, inclinate la fotocamera affinché non sia parallela al piano dei petali.
La mattina presto o il tardo pomeriggio sono ideali per il close-up all’aperto, perché il sole basso garantisce una buona luce laterale e il vento tende a calare. anche la minima brezza infatti può far oscillare il petalo di un fiore.

bebe_de_ojos_azules-1440x900

Precedente Chris Johns: LA MIA PROSPETTIVA Successivo Aggiungere livelli