La linea dell’orizzonte

PER CONSERVARE UN SENSO DI DINAMISMO in una foto di paesaggio, la linea dell’orizzonte non dovrebbe essere alla metà esatta dell’inquadratura. Se cosi fosse, la foto potrebbe risultare involontariamente fiacca, con un equilibrio troppo perfetto che comunicherebbe un senso di quiete, o inazione.
Meglio posizionare l’orizzonte su una delle due linee longitudinali della “regola dei terzi” in modo che resti lo spazio per il movimento implicito dell’immagine.
Un’altra regola di massima spesso trascurata: l’orizzonte dev’essere diritto, a meno che il fotografo non voglia comunicare un senso di vertigine o fallimento.

USARE AL MEGLIO IL CIELO

Il cielo può essere un elemento importante dei paesaggi, sia come soggetto primario sia per creare l’atmosfera della foto, come nei quadri classici. Ad esempio, un cielo immenso può comunicare un senso di isolamento o la piccola scala degli altri elementi.

°Cielo azzurro con un cielo percorso da nuvole, luminoso e contrastato, il posto ideale per l’orizzonte è la linea immaginaria nel terzo inferiore dell’inquadratura.

°Cielo bianco è probabile che vogliate ridurre lo spazio di un noioso cielo latteo.

°Cielo come pezzo forte lo spettacolo del cielo può essere il punto focale delle foto di paesaggio: nuvole temporalesche, un raggio di sole che fora le nubi, un arcobaleno, sono tutti elementi fotografici che possono valorizzare la composizione, ma anche schiacciare un soggetto in primo piano.

linea orizzonte

I commenti sono chiusi.